Il lungo viaggio verso l’indipendenza finanziaria

3 anni fa, quando ho deciso di aprire il blog, avevo in mente solo un obiettivo: quello di raggiungere l’indipendenza.

Tutte le analisi che avevo fatto sulla mia vita avevano messo in luce delle lacune in diversi campi. Con mia grande sorpresa, scoprii che c’era un’unica soluzione a tutti i miei problemi.

I miei problemi finanziari potevano essere risolti costruendo un meccanismo che mi avrebbe portato all’indipendenza finanziaria; i miei problemi lavorativi potevano essere risolti con la libertà di costruire autonomamente un lavoro ritagliato sulla mia personalità e le mie dipendenze affettive potevano sparire imparando ad amare incondizionatamente il prossimo senza pretendere qualcosa in cambio.

Il Percorso che ho fatto mi ha portato a conoscere persone che hanno fatto dell’indipendenza la propria vita e il proprio lavoro. Non ho mai incontrato una persona libera ma infelice, solo gente coraggiosa con la determinazione per portare avanti i propri progetti.

In altre parole: se si è indipendenti si è sereni e si vive a pieno la propria vita.

L’indipendenza finanziaria

Sicuramente sarà capitato anche a te di pensare: se fossi ricco avrei tutto il tempo libero che voglio, potrei dedicarmi alle mie passioni, permettermi tutto ciò di cui ho bisogno, ecc. ecc.

Il punto è che non basta la ricchezza per essere felici.

Per vivere la propria vita serenamente è molto più utile avere la consapevolezza di potersi procurare il denaro di cui si ha bisogno in qualunque situazione.

“Non date soldi ai vostri figli, insegnategli a lavorare”

La fiducia in se stessi è molto più importante che la disponibilità di denaro.

Il punto più ambìto dell’indipendenza finanziaria è quello in cui si guadagna di continuo, senza la necessità di sprecare il proprio tempo.

Esistono dei metodi per farlo, si chiamano entrate passive e, dedicando una piccola parte della propria vita a studiare questo meccanismo, ci si può arrivare facilmente.

Per poter arrivare a questo punto servono tempo ed impegno. Partendo da zero, è difficile in pochi anni raggiungere un alto livello di indipendenza finanziaria. E’ possibile invece farlo con un accurata pianificazione a lungo termine.

Meglio raggiungerla tra venti anni che non raggiungerla mai.

Ma come facciamo a trovare i soldi che servono ad alimentare questo meccanismo?

Bisogna lavorare.

Non è possibile che con un piccolo investimento si riesca a diventare indipendenti perché in questo modo i soldi non entrano dall’esterno.

Per aumentare il proprio capitale affinché si possa vivere solo con i suoi frutti bisogna allargare il proprio cestino.

E, all’inizio, i frutti con cui riempire il cestino li dobbiamo per forza trovare all’esterno.

La libertà professionale

Prima di poter costruire un meccanismo di entrate automatiche, è necessario aumentare il proprio capitale.

Per quanto ci si possa sforzare, il metodo più sicuro per aumentare il proprio capitale è lavorare e ottenere delle entrate.

Dato che per raggiungere un capitale significativo è necessario lavorare per tanti anni, per chi non disponga di uno stipendio cospicuo, consiglio vivamente di perseguire la libertà professionale.

Impegnandosi a costruire la professione adatta a se stessi è possibile vivere gli anni migliori della propria vita facendo qualcosa che ci aggrada e guadagnando da essa.

La cosa bella della libertà professionale è che non nutre solo il portafogli ma anche il cuore.

Non c’è niente di più soddisfacente che vedere i propri clienti felici di pagare il servizio ricevuto.

Pensaci, anche tu puoi trovare il tuo scopo nel Mondo offrendo qualcosa che manca.

Ma per farlo devi guardare il Mondo con degli occhi vergini.

Liberati da tutto quello che ti dice la società, liberati delle aspettative che gli altri hanno su di te, dalle false convinzioni circa il lavoro giusto.

Se tutti seguissimo i precetti delle vecchie generazioni dovremmo tutti avere un lavoro fisso che ci faccia arrivare alla pensione. Ma il Mondo non è più così.

Non abbiamo più bisogno di uno Stato assistenzialistico, e pensaci, non lo vogliamo nemmeno. Cosa ci può dare una strada segnata? Quali emozioni ci può offrire un percorso deciso da altri?

Il vero successo oggi è creare qualcosa di nuovo partendo dalle esigenze irrisolte della società.

L’indipendenza emotiva

Coltivare delle belle relazioni è uno dei pochi strumenti in grado di far raggiungere la felicità a chiunque.

Che vita sarebbe quella vissuta in solitudine o in discordanza con tutto il resto dell’umanità?

Bisogna chiarire una cosa però: il tuo bene non può essere condizionato dall’approvazione degli altri.

Per diventare liberi è necessario rendersi responsabili della propria felicità.

Difendi a spada tratta le tue idee, sbaglia e non curarti di chi ti dice “te l’avevo detto”. Se hai un’idea, portala avanti e chi ti ama ti seguirà, seppur con qualche tentennamento iniziale.

Distaccati e sii indipendente. Una volta diventato adulto e in grado di voler bene a te stesso, saprai diffondere questo amore anche a coloro che ti circondano.

Gli strumenti di base

Se ti sei già iscritto alla mia newsletter, sai che per iniziare il Percorso verso la tua indipendenza è indispensabile mettere in atto i due percorsi preliminari che sono:

  • lo zainetto economico
  • il percorso energia

Lo zainetto economico

Questo strumento ti permette di analizzare le entrate ma soprattutto le uscite di denaro della tua vita.

In questo modo sarai in grado di indirizzare il denaro verso qualcosa che ti serve realmente per il raggiungimento della tua indipendenza finanziaria ed evitare gli sprechi in ciò che invece te ne allontana.

Quando inizi a registrare tutte le tue uscite, capisci che è meglio pagare un corso formativo piuttosto che l’entrata in discoteca. Capisci quanti soldi in un mese spendi in vizi e che, utilizzando quei soldi per un corso di yoga o in un viaggio, avrai dei benefici a lungo termine.

In questo modo si inizia a costruire la vita dei propri sogni. Proprio finanziando quelle attività che hanno grandi rendimenti in futuro a discapito di quelle che ti offrono un piacere momentaneo.

Il percorso energia

Dulcis in fundo, il passo iniziale per raggiungere la libertà finanziaria: riconquistare le proprie energie vitali.

Ma cosa c’entra questo con la libertà finanziaria?

C’entra eccome. La salute è una delle cose più importanti della tua vita. Ci sono diverse ragioni per cui puoi considerare la tutela della tua salute come il primo importante obiettivo nel percorso verso la tua indipendenza:

  1. Più sarai in salute e più energie avrai. Il percorso per raggiungere il successo è lungo, tortuoso, pieno di insidie e colpi di scena. Senza le giuste energie sarà ancora più difficile superare tutto questo;
  2. Ci potrebbero volere molti anni, dieci, venti, addirittura trenta o più! Se non fai qualcosa per mantenerti in salute ora, corri il rischio di raggiungere il tuo obiettivo con il fisico a pezzi. Non allenato, disidratato, malnutrito. Non ascoltare chi ti dice “tanto prima o poi moriremo tutti”. Magari raggiungerai la libertà finanziaria a 50 anni e non vorrai viverla in un letto o con l’obbligo di prendere delle medicine!
  3. Bastano poche piccole azioni quotidiane. Già, perché è facile mantenere attivi il fisico e la mente. Non serve correre mezze maratone, bastano 10 minuti di corsa al giorno. Non serve eliminare i cibi spazzatura, l’importante è di non farli diventare la norma.

Queste piccole accortezze, che puoi mettere in atto tutti i giorni, sono la tua assicurazione per il futuro ed è tutto gratuito. Non lasciarti andare, abbi sempre fede in un futuro migliore e diventa testimone di questa possibilità immensa.

Svolta indie!

Grazie infinitamente per aver letto l’articolo fino in fondo.

Ti mando un grande abbraccio e ti invito a commentare l’articolo con le tue considerazioni (e a seguire la mia pagina facebook).

Buona settimana e alla prossima!

Marilena

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *