Articoli

Perché non riesci a risparmiare quanto vorresti?

Diciamoci la verità, quante volte abbiamo provato a risparmiare delle somme che puntualmente abbiamo bruciato senza nessun motivo valido?

Può capitare che, nonostante l’osservanza delle regole di gestione delle spese, tu ti accorga di non avere da parte quello che ti aspettavi. Non basta infatti seguire uno schema a grandi linee, è necessario non fare questi semplici errori:

1° errore: Non avere un obiettivo

E non solo, è un errore anche avere un obiettivo molto generico. Un obiettivo poco strutturato e senza la definizione delle caratteristiche giuste non servirà a molto.

Per fare un esempio, non serve avere come obiettivo quello di risparmiare 5.000 euro, ma bisogna aggiungere anche come si vuole arrivare a risparmiare tanto, entro quando, ed è fondamentale anche suddividere l’obiettivo in micro obiettivi se necessario.

Se non hai un obiettivo o ce l’hai ma non è abbastanza definito, rischi al 90% di perdere solo tempo. Per definire al meglio il tuo obiettivo, fa’ in modo che sia SMART:

obiettivo smart = specifico, misurabile, attendibile, rilevante, temporale

Ad esempio il tuo obiettivo di risparmio dovrebbe essere:

  • Specifico: avere sul conto corrente 1.500 euro in più
  • Misurabile: appunto 1.500 euro
  • Attendibile: senza chiedere troppo, il tuo obiettivo dovrebbe comunque essere allineato con le tue possibilità.
  • Rilevante: nel senso che deve essere un obiettivo che ti fa brillare gli occhi, non perdere tempo a chiedere le briciole!
  • Temporale: dovrei dire più correttamente “definibile temporalmente”. Nella versione inglese, infatti, la T di SMART significa Timely. Devi definire la data entro la quale vorresti raggiungere il tuo obiettivo, ad esempio 1 anno da oggi.

Ora che sai come definire bene un obiettivo SMART, ti do qualche altro suggerimento:

Suddividi il tuo obiettivo

Anche se hai definito un obiettivo di risparmio alto, non escluderlo solo perché ti ho detto che deve essere attendibile. Suddividilo in micro obiettivi a tappe intermedie.

Mettendo da parte 50 euro al mese potresti accumulare 6.000 euro in 10 anni. E’ poco? Dipende dalle tue entrate. Il 10% delle entrate al mese è fattibile secondo me. Se trovi 5 euro a terra, metti 50 cent nel salvadanaio, se guadagni 800 euro rinunci ad un paio di scarpe e risparmi 80 euro. Calcola che, vincolando al 2% annuale i tuoi risparmi e capitalizzando gli interessi, avrai accumulato 6.570 euro di capitale + 700 euro di interessi. Nonostante le tue uscite reali ammontino a soli 6.000 euro. Pensa a quanto potresti accumulare se avessi la possibilità di versare di più. Vale la pena di fare qualche sacrificio.

Definisci dei premi equi

Ogni volta che raggiungi un micro obiettivo, puoi premiarti facendoti un regalo. Attento però! Definisci all’inizio quale sarà il tuo premio perché non vorrai, preso dall’euforia, sprecare inutilmente il tuo denaro! Sai qual è stato il mio primo premio? Un investimento su Borsa del Credito! Che mi ha permesso di accrescere il mio tasso annuo dal 2% al 5%.

Stabilisci come vuoi raggiungere il tuo obiettivo

E’ un punto tutt’altro che superfluo. Infatti, se non sai come vorrai risparmiare e da dove prenderai i soldi, il tuo è più che altro un sogno astratto. Avere un obiettivo non significa solo sapere dove si vuole arrivare ma significa stabilire le azioni da mettere in atto per farlo.

Ok, tra 4 mesi avrai 400 euro in più sul conto, ma cosa farai nel frattempo? Vincolerai una parte del tuo stipendio non appena lo ricevi? Venderai i tuoi averi? Offrirai un qualche servizio in cambio di soldi?

Con il passare del tempo mi sono disillusa sulla forza dei desideri. Ho capito che niente arriva per miracolo, solo perché lo hai chiesto ogni giorno. Niente arriva gratis, e tu devi sapere con certezza cosa vuoi dare in cambio, fin dal principio.

Definisci l’esatto importo che intendi accumulare, il tempo entro il quale accumularlo e una descrizione dei servizi o dei prodotti che intendi dare in cambio dei soldi

Napoleon Hill (Think and Grow Rich)

E’ molto più potente avere come obiettivo quello di fare ogni giorno una determinata azione.

2° errore: Segni male le spese

Utilizzare il mio metodo per tenere sotto controllo le uscite, è una scelta saggia. Ovviamente siamo tutti diversi, e potrebbe capitare che a te, questo metodo, non piaccia e che tu decida di utilizzarne un altro.

Qualunque sia il metodo, l’importante è che tu ne abbia uno! Cioè, se fai affidamento sui calcoli del tuo foglio per sapere quanto hai risparmiato ogni mese e per premiarti adeguatamente, dovrai registrare tutte le spese senza dimenticartene una sola.

In caso contrario, potresti aver speso più di quello che ti sarebbe consentito. Nella vita, ognuno sceglie per se le proprie regole, per carità, ma una volta decise devono essere imprescindibili se si vogliono raggiungere i risultati sperati!

3° errore: Dai poca importanza al fondo IMPREVISTI

Non è colpa tua se accadono degli imprevisti. E di certo non si possono prevedere, altrimenti non si chiamerebbero imprevisti. Ecco perché, nel mio metodo, alla fine di ogni mese, metto dei soldi da parte nel c.d. fondo IMPREVISTI. A dir la verità, ad oggi il mio fondo è molto grosso. Molto di più del fondo SOGNI e di quello RISPARMI. E molte volte sono stata tentata di prendere una parte di questi soldi per togliermi qualche sfizio personale.

E, invece, questo è un grave errore perché, anche se al giorno d’oggi credi di essere in una buona condizione, non potrai mai sapere cosa ti riserva il futuro. Magari il mese prossimo non riuscirai ad arrivare a fine mese, potrebbe capitarti un incidente, un furto, ecc ecc. Non sto chiamando la sfiga e! Prova da solo a ipotizzare il numero di eventi avversi che potrebbero capitare. Tanto più grosso sarà il tuo fondo IMPREVISTI, tanto più efficaci saranno i tuoi airbags.

4° errore: Non vincoli i risparmi

A differenza del fondo IMPREVISTI che deve contenere dei soldi velocemente utilizzabili, i tuoi risparmi devi assolutamente vincolarli. Ovvero, bloccarli in investimenti sicuri a basso rendimento per lunghi periodi di tempo.

Vincola i tuoi risparmi sempre per primi. Appena ti entrano dei soldi in tasca, destinane una parte per accrescere i tuoi risparmi. Come prima cosa.

Dai un’occhiata al sito di CheBanca! o Santander Consumer per scegliere un conto deposito. Io li trovo facili da utilizzare, non hanno questi gran rapporti con i clienti per cui sarebbe meglio evitare operazioni complicate, ma come deposito dei tuoi risparmi hanno tutto ciò che serve, soprattutto la sicurezza.

5° errore: Non cedere all’euforia

Mettiamo che hai seguito il mio metodo per analizzare bene tutte le tue spese. Magari hai capito che spendevi troppo in cene di lusso, in sostanze come alcool o sigarette, o in altre cattive abitudini, e di conseguenza hai deciso di smettere.

Io non dimenticherò mai il primo mese in cui ho smesso di fumare. Anche se l’ho fatto per motivi salutari e nient’altro, mi sono ritrovata nel portafoglio le stesse banconote per un mese intero, senza spenderne un euro!

Il fatto di aver risparmiato tutti quei soldi mi ha portato a pensare che potevo invece, utilizzarli per togliermi qualche sfizio. Peccato che alla fine ho speso gli stessi soldi, e anche di più di quello che avevo risparmiato, in cose inutili.

Per fortuna ho incominciato ad interessarmi allo stile di vita minimal. Il cuore di questo stile di vita non è la carenza. Anzi, diventare minimalisti serve a farti apprezzare di più le cose della vita e ti fa capire che, molte di queste, non hanno prezzo. Ecco quante cose puoi fare senza spendere un euro ma che allo stesso tempo alimentano il tuo essere e ti allenano alla disciplina e al benessere:

  • Uscire con gli amici senza bere. Ti fa essere più empatico e ti permette di entrare più a fondo nell’intimo delle persone. Vedrai che dopo i primi tempi di battutine continue ti vedranno addirittura come un esempio;
  • Sostituire o ridurre gli allenamenti in palestra con una corsa o una passeggiata nella natura. Un’ora passata all’interno di un edificio climatizzato dà meno della metà di ciò che ti può dare uscire ogni mattina all’alba, con il sole che ti bacia;
  • Mangiare cibi semplici. Ordinare un’insalata al ristorante è molte volte più economico che ordinare della carne, del pesce, o un primo piatto.
  • Smettere di guardare la tv o pagare abbonamenti per l’intrattenimento. Ci siamo ormai fatti ipnotizzare da queste sciocchezze: le serie tv. Esistono migliaia di serie ad oggi. Le persone passano il proprio tempo abbindolate per ore davanti a queste produzioni che, si sa, esistono solo per far guadagnare gli sponsor. Certo che una serie ogni tanto si può vedere ma, è veramente necessario pagare dagli 8 euro al mese in su per questo? Capisco se lo fa chi sogna di diventare regista o attore, ma tutti gli altri?
  • Investi nella tua salute piuttosto che comprare medicinali. Molte volte il mal di testa deriva dall’assunzione esagerata di alcune sostanze come gli zuccheri o i grassi. Il mal di stomaco è dovuto ad una cattiva alimentazione la maggior parte delle volte e non da un super organismo che vive nelle nostre viscere da neutralizzare con compresse e pasticche.

Mi scuso con voi, miei amici lettori, se a volte sono sembrata un po’ diretta.

Non prenderla sul personale, so che c’è anche chi, come te, è veramente impegnato a raggiungere i propri obiettivi di risparmio, altrimenti non saresti qui a leggermi!

Ti ringrazio tanto mandandoti un forte abbraccio.

Marilena

3 Modi per migliorare la tua vita

Ti capita mai di chiederti come potresti migliorare la tua vita?

Spesso ci ritroviamo a pensare che la nostra vita sia disastrosa, che non potrebbe andare peggio e posticipiamo la nostra felicità al succedere di determinati eventi.

E’ un errore proiettare la nostra felicità al momento futuro, un momento in cui saremo dove vorremmo, con chi ci piace di più o avremo il posto di lavoro da noi desiderato.

La verità è che, per migliorare la nostra vita, anche quella futura, è necessario vedere adesso ciò che c’è di buono e imparare a sorridere sempre. Le cose belle infatti sono quelle che avvengono oggi.

Abbiamo dimenticato quanto sìano importanti le percezioni dei nostri sensi. Andiamo al parco e non ascoltiamo il canto degli uccelli perché magari siamo focalizzati su un video al cellulare. Ma è la stessa cosa che succede quando si va a scuola, siamo così impegnati a lamentarci dei troppi compiti che rimandiamo la nostra felicità al momento in cui saremo “liberi”.

Non è per tutti così, naturalmente. E non è nemmeno un caso che le persone che godono di questi momenti senza rimandare la propria felicità, siano quelle che più probabilmente raggiungono il successo.

Secondo diverse teorie, la nostra vita cambia a seconda delle nostre abitudini. Questa è una bellissima notizia in quanto si può sfruttare a nostro favore.

Per migliorare la tua vita non devi far altro che cambiare le tue abitudini.

Quindi, dandoci delle regole, saremo in grado di migliorare la nostra vita:

1. Sii felice adesso.

Più facile a dirsi che a farsi non trovi? Anche io ci ho messo tanto per capire questo concetto. Come si fa ad essere felice con un ragazzo con cui litighi sempre, il proprietario di casa che minaccia lo sfratto, i numerosi colloqui di lavoro andati male in maniera imbarazzante e pochi euro in tasca?

In questo caso la soluzione migliore è la perseveranza. Iniziare ad essere grata per le cose belle che ti succedono durante il giorno. Grazie ad amici, grazie a casi fortuiti, grazie al caso, grazie a Dio, grazie per qualunque cosa ti abbia lasciato un segno positivo durante la giornata. E se il primo giorno non ti viene niente, tu scrivi lo stesso sul diario 3 grazie:

  1. Grazie …
  2. Grazie …
  3. Grazie …

E il giorno dopo fallo di nuovo, e di nuovo. E vedrai che un giorno ti sveglierai sorridendo ringraziando l’aria fresca che entra in camera e pervade le tue narici.

I ricchi, i guru, i motivatori, i nostri idoli, sono sempre persone che sono felici. Che sono diventati ciò che sono perché hanno accolto nella loro vita l’abbondanza di felicità.

Ricordati anche un’altra cosa. Ogni periodo nella vita, passa. Passa la nostra fanciullezza, passa il Natale, passa il periodo universitario, e passano anche i problemi.

Ogni fase nella vita è momentanea, anche i problemi.

Quando ci sono, non ti fissare su di essi. Passa comunque dei momenti positivi. Se il lavoro oggi è andato male, non ci pensare, quando torni a casa divertiti lo stesso con i tuoi amici e familiari.

2. Trova la tua strada.

Non potrei augurarti niente di più bello che di sapere quali sono i tuoi obiettivi. Quando veniamo al Mondo siamo destinati a fare qualcosa di grande. Tutti lo sono. Ma spesso le persone si riducono a vivere una vita mediocre e insoddisfacente. Il motivo è che non sanno coscientemente chi sono.

Esplorando il tuo Io più profondo, scoprirai anche tu quali sono i tuoi valori nella vita. Qual è la strada che hai sempre desiderato di percorrere. Durante la nostra crescita veniamo bombardati da continue propagande. Assorbiamo i desideri dei nostri genitori, assorbiamo i pensieri delle persone che abbiamo intorno. Vogliamo apparire diverse per piacere agli altri, perché pensiamo che se un ragazzo ci dice che siamo grosse allora dobbiamo accontentare lui. Ah.

Non c’è niente di più bello da vedere che una ragazza sicura di se stessa. Sicura del suo fisico con la testa sulle spalle e che capisce che quando gli vengono rivolte ingiurie o giudizi, essi non sono che lo specchio di chi ha pronunciato quelle parole.

Tu sola sai qual è la tua strada, e tu sola hai il potere di decidere per la tua pelle. Detto questo, il momento in cui scoprirai finalmente dove vuoi andare, e per cosa sei disposta a lottare, sarà il momento più bello della tua vita. Credimi. E’ illuminante. Poi subentra il periodo di grande lavoro per poter raggiungere il tuo obiettivo, è vero, ma è finalmente un lavoro “onesto”, “onesto” nei confronti di te stessa. Quando scopri qual è la tua strada è finalmente il caso di dire che…

Fa’ ciò che ami e non lavorerai un solo giorno nella tua vita

Confucio

ed io te lo auguro ardentemente.

3. Cambia le tue abitudini.

Siamo ciò che mangiamo, siamo ciò che pensiamo, siamo ciò che facciamo. Se vuoi essere un corridore, corri tutti i giorni, e se ami gli animali, non mangiarli mai. Se vuoi essere libera dal fumo, non assumere nicotina in qualunque forma e quantità. Plasmando le nostre azioni, plasmiamo la nostra mente e diveniamo ciò che siamo.

Per prima cosa, incomincia subito ad agire come la persona migliore che vuoi essere. Pensa alla tua unicità come donna. Pensa a ciò che saresti quando avrai successo e agisci così.

Fake untill you make it recita un aforisma inglese, ovvero, fingi finchè non ce la fai.

La potenza di questo pensiero sta nell’invitarti a incominciare da oggi ad essere la persona che desideri di essere, magari vuoi essere sempre sorridente, senza problemi, vuoi essere sempre apposto con il tuo aspetto. Magari vuoi diventare una brava scrittrice, e potrei fare esempi all’infinito. Ma perché voler diventare in futuro qualcosa che si può essere fin da oggi?

A volte la strada per realizzare i nostri sogni è lunga e insidiosa, ma tu puoi visualizzare te stessa e la tua felicità nel momento in cui sarai arrivata. Chiudi gli occhi e visualizzati. Come ti vedi? Ti vedi sorridente? Apprensiva? Ti vedi elegante magari, o indossi un particolare vestito? Oppure hai un certo trucco sugli occhi…? Sei circondata di amici? E come ti senti con loro?

Avrai notato che la risposta a tutte queste domande è un atteggiamento che puoi assumere da oggi. E’ adesso il momento di trattare bene i tuoi famigliari. E’ adesso il momento di stare seduta dritta e incominciare a scrivere il tuo libro. E’ adesso l’inizio di qualunque tuo percorso. Puoi migliorare la tua vita fin da oggi.

Come sempre, rimango a disposizione per altre domande e per leggere i tuoi percorsi verso una vita migliore nei commenti. Ti ringrazio infinitamente per avermi letto e ti auguro la vita dei tuoi sogni.

Infiniti abbracci

Marilena

Trovare un obiettivo di vita. Consigli ed errori da evitare

Se sei finita su questa pagina, probabilmente sei alla ricerca di un obiettivo di vita.

Che sia il lavoro dei tuoi sogni o il luogo dei tuoi sogni, poco importa. Un obiettivo lo si riconosce perché abbraccia tutti i campi della tua vita, purché sia la vita dei tuoi sogni.

Se ti senti persa, sfiduciata, o pensi di non avere uno scopo, allora sappi che quello che ti manca davvero non sono delle capacità, ma un vero e genuino obiettivo.

Infatti, nel momento in cui capirai qual è la tua strada, niente potrà fermarti.

La scoperta del proprio obiettivo equivale all’accensione di un faro caldo e potente che illumina la propria esistenza grigia e soffocata.

Non aver paura, se non hai ancora trovato il tuo faro e viaggi nel buio, ti posso dire che è la situazione che vivono in molti. Non preoccuparti, la prima regola per trovare il proprio obiettivo è proprio:

PERSEVERARE NELLA RICERCA

Non fermarti alle difficoltà, troverai migliaia di obiettivi fasulli prima di trovare quello vero e genuino. Intraprendi le strade che ti ispirano, dacci dentro, muoviti e agisci. Il proprio obiettivo viene fuori nelle situazioni più inaspettate ma quando lo troverai, capirai che è quello che stavi cercando.

Come mai non hai ancora trovato il tuo obiettivo?

  1. Stai cercando di soddisfare qualcun altro.

Liberati da qualunque pregiudizio. Lascia perdere quello che ti hanno sempre detto i tuoi genitori, parenti, amici. Viaggia all’interno di te stessa. Chiediti: ma questo è proprio quello che voglio fare io?

Non pensare, in questa fase, a come monetizzare il tuo obiettivo o a come comunicarlo agli altri. Il nostro scopo è solo quello di guardare con gli occhi aperti, senza veli. In seguito penseremo ai problemi che ci sono da risolvere.

Ascolta la vocina che si trova dentro di te, ti guiderà.

Le resistenze da parte di chi ti sta intorno sono normali. I tuoi cari vorrebbero solo il meglio per te, e se così non fosse, hai tutto il diritto di volere tu stessa il meglio per te.

Se chi ti sta intorno ti vuole bene veramente, capirà che quello che stai facendo è per il tuo bene, per la tua felicità. Abbi fiducia nel fatto che quando sarai felice e la tua vita avrà uno scopo, tutte le persone che verranno in contatto con te sentiranno la tua energia positiva e ne verranno travolte anche loro.

Pensando a raggiungere la tua felicità, in altre parole, ispirerai anche gli altri ad esserlo.

Non è stupendo?

  1. Pensi di non avere le capacità.

Forse hai pensato ad un obiettivo molto ambizioso e ti sei scoraggiata fin da subito nel perseguirlo. Hai forse pensato: “chi sono io per volere questo?”

Sembra una cosa senza senso, ma molte persone si fermano ancora prima di incominciare credendo di non avere le capacità necessarie. Non sanno però che, dopo i primi passi, il percorso diventa visibile, bisogna solo superare la curva.

Mettiamo che ti piaccia ballare e che il tuo obiettivo sia quello di viaggiare il mondo ballando.

Non importa assolutamente che tu sia incapace in questo momento. Quello che conta veramente è che ti impegni fin da subito ad imparare a ballare. Devi scegliere lucidamente di ballare più che puoi. Di incontrare persone più brave di te, di investire in lezioni di ballo è così via.

Se credi che non sia possibile diventare esperta in qualunque cosa tu voglia, leggi il mio articolo in cui ne parlo.

Sono le nostre scelte che ci dicono chi siamo veramente, molto più delle nostre capacità

Albus Silente

  1. Hai smesso di cercare

Non è vero che chi si accontenta gode. Anzi. Prima o poi la tua coscienza ti metterà di fronte le strade che avrebbe voluto percorrere e ne deriverà il rimpianto.

Non ti accontentare di una situazione favorevole ma statica. Ricorda che se la tua vita riga dritta e senza fallimenti, stai sbagliando qualcosa.

Chi trova il suo vero obiettivo fa passi da gigante che talvolta si concludono in fallimenti disastrosi. Fallimenti che sono un bagaglio indispensabile. Fanne tesoro.

Sii grato per tutto ciò che hai qui ed ora. Non denigrarlo, non sputare nel piatto in cui hai mangiato e percorri la tua strada con decisione. Solo nel momento in cui accogli e ringrazi per tutto quello che già hai, potrai prenderlo e utilizzarlo per rendere il tuo obiettivo magnifico.

Se sogni di andare via dall’Italia, ad esempio, non farlo per scappare da un Paese che non ti piace. Accetta la responsabilità di dire che stai andando via perché è quello che TU vuoi fare nella vita e non perché qualcuno ti ci ha costretto.

UN LAVORO CHE TI CALZA A PENNELLO

Rispondi alla domanda: che lavoro farei per tutta la vita anche sapendo di non poterci guadagnare niente?

Non basta leggere la domanda ed andare avanti, non basta rifletterci 2 minuti, né parecchi giorni. Questa domanda non ha una risposta immediata, ci si arriva attraverso prove e fallimenti. Attraverso pianti e sorrisi.

Chieditelo tutti i giorni, la tua mente, cosciente ed incosciente, lavorerà per te, finché un giorno non ti alzerai e scoprirai che la soluzione era semplice.

Intanto, non lasciare marcire i tuoi presunti obiettivi in un cassetto. Pianifica la strategia ogni volta che pensi di aver trovato il tuo obiettivo.

La domanda a cui rispondere è: Cosa posso fare fin da oggi per avvicinarmi all’obiettivo finale?

Anche se lavori 12 ore al giorno, un’oretta per il tuo obiettivo la troverai, se è l’obiettivo giusto. Se hai trovato l’obiettivo giusto noterai che penserai a come raggiungerlo molte volte durante la giornata. Sarai motivato a svegliarti un’ora prima per dedicare del tempo al tuo progetto, oppure incomincerai ad uscire di meno, spontaneamente, preso da una voglia irrefrenabile di raggiungere il tuo scopo il prima possibile.

Ogni tua attività attuale cambierà, anche il tuo lavoro ti sembrerà migliore.

Mentre ero persa a cercare il mio obiettivo, ho fallito più volte. Ho incominciato a perseguire più volte strade accattivanti, per poi scoprire che non avevo abbastanza voglia per andare avanti. Non era il giusto obiettivo.

Ho letto molti libri a riguardo, manuali e storie vissute. Molti abbracciano l’idea di dover abbandonare tutto per dedicarsi totalmente al nuovo obiettivo, come ha fatto Francesco Grandis nel suo libro Sulla Strada Giusta. Là fuori è pieno di storie di persone che hanno mollato il lavoro a tempo indeterminato per viaggiare nel mondo, persone che si sono buttate da un giorno all’altro nel loro nuovo progetto, rinunciando a tutto ciò che avevano.

Per me non funziona così. Ogni volta che ho mollato tutto, una forza incomprensibile, anche dopo parecchi anni, mi ha spinto a ritornare per risolvere le questioni lasciate in sospeso.

Ho capito, ed è quello che consiglio a te, che non avrebbe senso buttarsi a capofitto nei nuovi progetti, staccandosi con violenza da quelli passati.

Bisogna prima testare la propria volontà giorno per giorno, farli crescere contemporaneamente alla propria vita attuale e lasciare che siano i tuoi progetti ingranditi a toglierti lo spazio e la necessità di continuare la tua vecchia vita.

In altre parole, c’è chi si butta, tocca il fondo e rinasce buttando via il proprio passato. E c’è chi costruisce mattone dopo mattone e attraverso un cambiamento lento ma inesorabile. Costante e potente.

Tu che tipo sei? Uno che molla tutto e parte? O uno che fa tesoro delle esperienze e va avanti?

Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti qua sotto.

Ti ringrazio per avermi letto e ti auguro di trovare la strada giusta.

Marilena

Come diventare esperta in qualunque cosa tu voglia

Un esperto è una persona che ha fatto tutti gli errori che è possibile compiere in quello specifico campo

Niels Bohr

Quando ho avuto per la prima volta l’idea di aprire un blog, sono venuta a conoscenza di un libro il cui scopo era quello di aiutare a creare un infoprodotto e a guadagnare da esso. In questo libro, l’autore consiglia di creare un infoprodotto basato su qualcosa di cui si è esperti o si potrebbe diventarlo nel giro di un anno.

Mi sono chiesta: è possibile diventare esperti in un solo anno partendo da zero?

come diventare esperta in qualunque cosa tu voglia

Se sei appassionato di un argomento o hai un interesse o un hobby particolare, la risposta è sì.

Qui non stiamo parlando di qualcosa che sei costretto a fare. Qui stiamo parlando di qualcosa che ti piace fare. Concentrati su ciò a cui dedichi più tempo nella tua vita, non preoccuparti delle possibilità di guadagno in questa fase.

Anche se ti piace dormire, o ti piace guardare le mosche o mangiare frutta tutto il tempo, puoi usare questo paradigma e farlo diventare l’argomento per il tuo progetto futuro.

Per iniziare, non devi essere IL migliore, devi solo essere migliore, o sapere qualcosa in più, di un piccolo target di persone (che diventerà il tuo target).

Se fai qualcosa ogni giorno, scommetto che sei meglio del 30% delle persone in quella roba lì.

In passato, hai superato con successo un ostacolo? Hai risolto un problema? Puoi aiutare altre persone che cercano un’esperienza simile alla tua sul web.

Fai attenzione a trovare qualcosa che sai di poter fare anche senza alcuna prospettiva di guadagno. Se vuoi diventare un esperto per guadagnare denaro, sappi che può volerci del tempo. Prendilo con la filosofia di un giocatore di golf: spendi denaro e tempo solo per divertimento personale.

INFORMATI

Una volta trovata la tua musa ispiratrice (la tua idea), moltiplica le tue conoscenze:

1) Leggi

Mi dispiace, ma non sfuggirai da questo. Spero che ti piaccia leggere. Per diventare un esperto inizia a leggere libri sull’argomento. Divorali. Se non sai da dove iniziare, digita su un motore di ricerca “I migliori libri su (il tuo argomento) di sempre”. Inizia a leggere i migliori, dopo i primi 3 libri letti, sarai più esperto di chiunque parta dalla tua situazione precedente.

Ti consiglio, inoltre, di riassumere in 1 o 2 pagine il libro che hai letto, questo ti aiuterà a fare tue le nozioni che hai imparato.

Dopo che avrai letto almeno 2 libri, scrivi qualche pagina di sana pianta mescolando ciò che hai letto. Sii creativo. Se ti viene in mente qualche collegamento stravagante, è tutto oro che luccica! Significa che sei sulla buona strada.

2) Entra a far parte di un’organizzazione

Se riesci ad aderire ad un’organizzazione top nel settore, meglio se più di una, hai fatto bingo! La tua credibilità farà passi da gigante!

Firmare con Mario Rossi, appassionato nel guardare le mosche, e con Mario Rossi, membro dell’organizzazione nazionale “Guarda le mosche”, ha un sapore completamente diverso, non trovi? Non solo nella prospettiva del lettore, ma soprattutto nella tua mente. Inoltre, incontrerai persone con le quali potrai parlare dei tuoi interessi e crescerai con loro scambiando idee e prendendo spunto!

3) Frequenta dei corsi

Ti consente di fondere i vantaggi dei due punti precedenti. Imparerai nuove nozioni, guarderai quello che già sai da diversi punti di vista, avrai nuovi spunti per approfondire. Inoltre, parteciperai a gruppi di studio, farai amicizia con insegnanti, imparerai ad utilizzare i termini tecnici del mestiere e lo farai con spontaneità.

Ci sono molti corsi, gratuiti e non, sul web. Linkedin offre un’intera sezione di apprendimento, con corsi prevalentemente in inglese, io lo trovo un po’ costoso. Se conosci l’inglese c’è anche Coursera, questa piattaforma offre molti corsi online che sono a pagamento solo se si richiede la certificazione finale. Quando ero una principiante nel marketing digitale, il Digital Training di Google è stato il primo che ho frequentato, tutto completamente gratuito e in italiano!

Se sei ancora perplesso sulla necessità di spendere dei soldi nella tua formazione, sappi che le persone di successo lo fanno come abitudine. Dai un’occhiata a quest’altro articolo per conoscere altre abitudini delle persone di successo!

Se seguirai questi primi 3 suggerimenti, ti assicuro che sarai già parecchi livelli avanti rispetto ad altri principianti.

Ma non è tutto perché ho altri consigli da darti. Prosegui con la lettura.

INSEGNA

Non puoi dire di aver veramente capito qualcosa se non sei in grado di spiegarla a tua nonna

Albert Einstain

Per testare la tua preparazione, comincia ad insegnare a persone che hanno interesse. Chiedi alla tua organizzazione di tenere delle lezioni gratuitamente, non essere timido.

Puoi anche scrivere articoli da pubblicare su piccole riviste, anche locali. Se non sei ancora sicuro, prova a intervistare un esperto nel settore e crea un articolo da quell’intervista. Molti lo considereranno materiale valoroso!

Inoltre puoi aprire facilmente un blog su cui parlare dei tuoi interessi o pubblicare contenuti sui social.

Puoi seguire tutti o solo alcuni dei consigli che ti ho dato, il punto sta nel parlare dell’argomento e trasmettere agli altri il proprio interesse con entusiasmo.

Scegli il modo che più preferisci.

Sperimenta.

Lasciati ispirare.

METTITI IN CONTATTO CON CHI È PIÙ ESPERTO

Segui i tuoi idoli sui social media. Usa tutti i canali che puoi (Facebook, Instagram, Linkedin, Twitter, Quora, ecc.)

Usa le impostazioni di Facebook per visualizzare in cima le notizie di chi ti interessa maggiormente (prima dei video dei gattini :3)

Prova a scrivere una e-mail ai migliori esperti del tuo settore facendo una domanda che possa stuzzicarli. Scrivi una breve e-mail, altrimenti la cestineranno prima di leggerla e non aspettare le risposte. Se non arrivano, vai avanti. Ci saranno ulteriori opportunità.

Sii audace.

Non ho mai fallito, ho solo trovato 10.000 metodi che non funzionano

Thomas Edison

Per ora le mie indicazioni sono finite, è ora di trovare la tua musa ispiratrice.

Cosa stai aspettando, il tuo successo è dietro l’angolo!

Grazie per avermi letto e fammi sapere se i miei consigli funzionano, ti aspetto nei commenti!

Marilena